Evento: Giornata di Studio presso la Pontificia Università Urbaniana 19 maggio 2016

“MISERICORDIA: volto di Dio nella Bibbia”, intervento del Prof. Silvestro Paluzzi come Discussant presso la Pontificia Università Urbaniana durante la Giornata di Studio del giorno 19 Maggio.


IMG_20160519_094845

<<Può l’essere umano parlare di misericordia nell’agire una relazione interpersonale formativa e di servizio nelle periferie esistenziali?Quali caratteristiche deve avere questa relazione “misericordiosa” verso i destinatari di tali periferie? Ci si può formare a questo tipo di relazione? È solo Grazia? Può la natura relazionale trasformarsi ed operare nella relazione secondo misericordia? È solo questione di conversione?

Si possono acquisire le competenze cristiane di costruire relazioni autentiche, tenere, compassionevoli, comprensive?

IMG_20160519_092036Possono le Psicologie offrire scienza e arte dell’accompagnamento sapiente, scientifico e misericordioso?

Possono le Psicologie e la formazione contribuire a mettere a punto degli strumenti utili per entrare in relazione con il destinatario delle periferie esistenziali?

La relazione con il destinatario è solo una questione di tecnica efficiente ed efficace o occorre rivedere l’antropologia e la complessità che sottende la Scienza dell’accompagnamento? pag 9

L’amore misericordioso di Dio su traduce in atti concreti

pag 11

ratio formationis

Qual’è il cammino che devono compiere le Chiese locali, le comunità religiose, sotto forma di ratio formationis, affinchè si dia una formazione che prepari per una chiesa “in uscita” e si dispongano per formare alla competenza cristiana ed umana con relazioni ricche di misericordia?

pag 13pag 14

Per parlare dell’aggettivo “miseriocordioso”, si ricorre alla traduzione nella LXX con “benevolenza”, “amabilità”, “compassione”. Le Psicologie e le Scienze umane possono formare i laici e i consacrati a questi requisiti di fondo affinchè si dia un’autentica relazione formativa e d’aiuto delle periferie esistenziali?

Identità come reciprocità

“La misericordia concede un nuovo spazio vitale perchè l’esistenza cel credente sia coinvolgente (,,,) porti ad annunciare l’identità come reciprocità (…) di affido, di cura e di servizio (cf Gal 5,1-13)” (M. Lupo)

La misericordia si fa carne nell’esistenza del credente.

E la nostra è un esistenza da condividere:

un’esistenza relazionale.>>

MISERICORDIA E RELAZIONE

3 Comments

  1. Ringrazio per questo convegno e per l’intervento del Prof. Paluzzi. Alcuni contenuti, ed in particolare l’accento sulla complessità delle relazioni, mi hanno ricordato un’affermazione di Sua Santità Papa Francesco nella ultima esortazione che riporto qui testualmente: <> (Amoris Laetitiae 325). Penso, perciò, che sia necessario rimboccarsi ogni giorno le maniche, nel “qui ed ora”, per co-costruire e sostenere le relazioni rappresentandocele come un cammino in divenire di sviluppo personale ed interpersonale. Grazie.

  2. eccola: Questo significa pure che bisogna «smettere di pretendere dalle relazioni interpersonali una perfezione, una purezza di intenzioni e una coerenza che potremo trovare solo nel Regno definitivo>> (Amoris Laetitiae 325).

  3. Concordo pienamente. In riferimento alla scuola di Outdoor Multisetting, attraverso le metafore connesse al mondo della montagna, possiamo sperimentare durante il cammino verso la vetta insieme ai compagni di cordata lo sviluppo delle relazioni necessarie al raggiungimento dell’obiettivo, cioè raggiungere la cima della montagna. Sentire l’alterità che è fondamentale per camminare insieme, avere la stessa frequenza di comunicazione che si evidenzia nel calibrare il proprio passo a quello della altro più lento. Procedere in ascolto del silenzio per avvertire i più piccoli segnali dentro se stessi o che i compagni emettono. Camminare insieme e metafora della relazione interpersonale per eccellenza perché è in una continua dinamica di conoscenza, di consapevolezza ed in definitiva di servizio all’altro… ciao,…grazie a tutti …..

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *